Chi siamo

Precursore nella pratica di vignaiolo fu Antonio Francesca che, nato alla fine del 1800, fu cresciuto nella cultura contadina e nelle pratiche agricole. La vigna di allora aveva la classica tiratura a tendone che meglio si confaceva alle esigenze di quantità a scapito della qualità. I vitigni di aglianico di quel tempo producevano un vino corposo e alcolico, carico di colore con una accentuata presenza di tannini che conferivano quell'acidità necessaria alla conservazione naturale. La lavorazione dell'uva avveniva nella cantina di famiglia scavata in un enorme blocco di arenaria nella parte alta del paese. L'amore per la terra e per l'uva passò in eredità al figlio Giuseppe. Oggi le tradizioni e l'amore per i prodotti della terra continuano con il nipote Antonio e sua moglie Lucia che hanno operato una scelta coraggiosa decidendo di investire in un vino di qualità superiore grazie a nuovi impianti con vitigni di Aglianico, Coda di Volpe e Falanghina. La ristrutturazione della cantina e la dotazione di attrezzature all'avanguardia hanno completato il necessario percorso di ammodernamento dell'Azienda Agricola Francesca.

Questo sito fa uso di cookie che consentono una migliore esperienza di navigazione e  raccolgono informazioni sull'uso del sito da parte dei visitatori.